Frustrazioni e disagio psicofisico:il potere antistress del respiro.

Frustrazioni e disagio psicofisico: potere antistress del respiro

Sia che tratti di paura per contagio da Covid o di timore di perdere il lavoro , per rispondere  al senso di frustrazione e insoddisfazione, all’apatia e al disagio psicofisico, si ricorre a compensazioni che minano la salute :“ fumo, sedentarietà, eccesso di zuccheri  e alcool ” che sono i fattori principali che oggi ci fanno ammalare. Tutti siamo immersi in un vortice di vita, che ci lascia senza respiro, che aumenta il nostro disagio fino a stati di ansia e di attacchi di panico. Un adeguata tecnica respiratoria , può combattere efficacemente ogni tipo di stress, che è alla base di malattie minacciose come ipertensione, depressione, sistema immunitario indebolito. La tesi ormai accreditata da parte di tanti esperti è che lo stress e le malattie provocate possono essere eliminate con un approccio dolce, buttando via quantità di farmaci a cui ricorriamo ormai dipendenti.

Quattro aree del benesssere:

  • La gestione del respiro
  • Il lavoro mentale come rigenerazione, definita Mindfulness
  • L’attività fisica e la corretta alimentazione

Esercizio per i momenti di crisi.

Ogni volta che siamo in crisi e ci ritroviamo in una tempesta di pensieri ed emozioni difficili, se vogliamo agire efficacemente, non possiamo lasciare che la tempesta ci porti via, quindi la prima cosa da fare è  gettare l’ancora. In altre parole, dobbiamo tenerci saldi nel momento presente. Fatto questo, possiamo considerare le opzioni disponibili.

  1. Il primo passo è connetterti con il tuo ambiente: nota cinque cose che puoi vedere, cinque che puoi udire e cinque che puoi toccare o sentire sulla tua pelle.
  2. Dopodiché, inizia a  respirare in modo lento e profondo.
  3. Dopo aver ripreso contatto con il momento presente, continua a respirare consapevolmente, usando la respirazione  come un’ancora per mantenerti saldo fino a quando la tempesta delle emozioni comincia a placarsi.
  4. Poi, prenditi qualche momento per esaminare il tuo corpo, ascolta ciò che provi. Identifica le sensazioni dolorose, osserva, respira in esse, espanditi attorno ad esse e lascia che siano presenti.
  5. Dopodiché, fai un passo indietro e nota tutti pensieri che ti frullano in testa. Infine riconosci in te stesso  ciò che sta succedendo, la crisi in atto, i pensieri e le emozioni che stai provando.
  6. Le azioni che sono possibili da intraprendere per affrontare la crisi efficacemente.
  7. Ritorna continuamente su questi passi fondamentali e continua a  usarli finché la crisi non è superata.

Ricorda: tutte le crisi, per quanto dolorosi siano, sono opportunità per crescere, per espandere la propria flessibilità psicologica. Perciò, ogni volta che puoi chiediti

  • In che modo è possibile crescere con questo disagio?
  • Cosa possiamo imparare?
  • Quale abilità, conoscenze o risorse possono sviluppare da quest’esperienza?
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *