Come superare i momenti più critici.

Superare i momenti critici e vivere pienamente il presente

Nella società occidentale del benessere , specialmente in questo periodo di epidemia da “Covid-19″ sembra impossibile raggiungere un controllo sulla realtà e sui nostri pensieri, come il famoso “andrà tutto bene” .

  1. Immagina per un momento che quasi tutto ciò che credi su come raggiungere la felicità è in realtà inesatto o falso. Immagina che siano proprio queste  convinzioni a farci sentire infelici.
  2. Se in realtà fossero proprio i nostri sforzi per riconquistare la felicità a impedirci di ottenerla?
  3. Se scoprissimo che quasi tutte le persone che conosciamo si trovano sulla stessa barca?

Non sto ponendo queste domande soltanto per attirare l’attenzione, ma molte ricerche scientifiche lo dimostrano.

  • Conduciamo la nostra esistenza affidandoci a molte convinzioni inutili e inesatte a proposito della felicità, idee ampiamente accettate solamente perché tutti sanno che è così.  Tali convinzioni sembrano assolutamente sensate, ed è per questo che li ritroviamo in quasi tutti i libri di auto-aiuto. Purtroppo, però, queste idee fuorvianti creano un circolo vizioso. Questa trappola psicologica è nascosta così bene che nulla ci fa sospettare di esserci dentro.
  • Si può imparare a riconoscere la trappola della felicità e cosa ancora più importante, si può scoprire come uscirne.
  • Siamo prigionieri, un circolo vizioso che ci spinge a dedicare il nostro tempo, la nostra energia, la nostra vita, in una battaglia persa in partenza: quella contro i pensieri e le emozioni negative. Che poi è una battaglia contro la realtà e contro la stessa natura dell’essere umano.
  • Perennemente in lotta e destinati alla sconfitta, dato che il controllo che abbiamo sui nostri pensieri ed emozioni è in realtà infinitamente minore di quanto la nostra cultura voglia farci credere, come abbiamo potuto sperimentare difronte a un virus sconosciuto. E’ inevitabile ritrovarsi spossati, frustrati e delusi di sé e della propria esistenza.
  • Occorre un percorso per prendere coscienza dei meccanismi mentali che ci tengono prigionieri, destinati a perseguire chimere impossibili: essenzialmente in ricerca di emozioni e pensieri positivi pensando di  recuperare la nostra libertà di scegliere di agire come riteniamo meglio per noi.
  • E’ possibile applicando i principi della ACT (Acceptence and Commitment Therapy), di Russ Harris un approccio terapeutico che ha solide base scientifiche, con l’obiettivo di sviluppare la flessibilità psicologica che ci consente di superare i momenti critici e di vivere pienamente il presente muovendosi nella direzione tracciata dai propri valori. 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *