ribelli

L’adolescenza e le diete: come intervenire

L’adolescenza e le diete “fai da te”

Molto spesso le adolescenti si definiscono in sovrappeso, si vedono brutte e vorrebbero seguire una dieta molto rigida per dimagrire. È vero che, specialmente oggi, molte ragazze arrivano all’adolescenza in leggero sovrappeso,  ma è altrettanto vero che molte altre sono in realtà in forma, o addirittura sono magre, ma ugualmente si vedono grasse e si sottopongono perciò a pericolose diete “fai da te”.

Il fenomeno di cui parliamo non è un disturbo dell’alimentazione come l’anoressia o la bulimia, ma un problema di autostima: una forte insicurezza che va al di là dell’aspetto fisico. Quando il peso-forma diventa un pensiero ossessivo, un ostacolo alla vita di relazione, siamo di fronte a un vero e proprio complesso che affonda le radici in una fase di crescita in cui l’identità e la consapevolezza di se stessi sono fragili, mentre il corpo, in rapida trasformazione, è spesso goffo e sgraziato.

Come intervenire quando una ragazza è magra ma si vede grassa ?

È inutile tentare di convincere un’adolescente che non è in sovrappreso: aiutiamola piuttosto a cercare davanti allo specchio quello che a lei piace maggiormente di sé per valorizzarlo al meglio.

Incoraggiala a seguire le sue passioni

Manteniamo la pazienza e la fiducia esattamente come se avesse la febbre o un’altra indisposizione passeggera. La cosa più importante è aiutarla a prendere consapevolezza del suo valore, spostando l’attenzione dal cibo alle passioni, alla loro unicità, risvegliando il  talento.

Silenzio: non si parla di cibo!

Se non vuole mangiare la pasta, inutile insistere, l’importante è che assuma altri carboidrati. Fuori dai pasti di cibo non si parla se non in termini oggettivi: “Il calcio ti serve per le ossa e per i denti, scegli tu come assumerlo: latte o yogurt?”

Spontaneità a tavola

Il modo migliore per tenere sotto controllo la sua alimentazione è che la famiglia mangi tutta assieme. Evitiamo discussioni o critiche insistite sul modo in cui mangia, soprattutto no ai silenzi pesanti. Lasciamola scegliere gli alimenti che preferisce, seguendo magari la tabelle consigliate da un nutrizionista.

Come intervenire quando hanno qualche chilo in più?

Più lottano con se stesse alla ricerca del peso ideale, più nelle adolescenti aumenta la voglia di trasgredire. Se, invece, si dedicano a un’attività interessante, la fissazione sul sovrappeso e il desiderio di mangiare passeranno in secondo piano.

Niente restrizioni dietetiche rigide

L’organismo delle adolescenti ha un fabbisogno diverso da quello dell’adulto; ecco perché bisogna essere molto cauti con le diete ed è essenziale che le nostre figlie adolescenti vengano seguite da un nutrizionista. Consigliamo loro di fissare un colloquio con lo psicologo e un dietologo e lasciamo che sia l’esperto a dire come e cosa devono mangiare…

Trasformare i difetti in risorse

Le gambe non sono perfette come vorrebbe ma ha un bel decolletè; lei però vede solo i difetti e si sente sempre inadeguata e in sovrappeso.

Aiutala a valorizzare i suoi punti di forza, a trovare uno stile che la distingua da tutte le altre.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *